A Geo&Geo ‘Vento nuovo sullo stretto’ di Francesca Catarci – La storia di Equosud e Aspromonte LiberaMente

 

UN VENTO NUOVO SULLO STRETTO
di Francesca Catarci
durata 11’55”

Dagli agrumeti di Villa San Giuseppe, ai boschi dell’Aspromonte, fino alla periferia nord di Reggio Calabria: questo è un viaggio in una terra benedetta per il clima e le bellezze naturali e al tempo stesso martoriata

 da scempi e speculazione.

Qualche anno fa in Calabria è nato Equo Sud, una rete di economia solidale composta da piccoli produttori, artigiani, cooperative, gruppi di acquisto, associazioni ambientaliste e di turismo responsabile.

Immersi nel profumo di zagara si discute e si fanno progetti per valorizzare la Bella Donna: arancia tardiva che matura fino a giugno, e che per la sua forma non perfettamente rotonda è snobbata dai consumatori, che preferiscono le rotonde arance spagnole.
Grazie ai Gruppi di Acquisto Solidale, sia calabresi che del Nord Italia, quest’anno questi splendidi frutti non resteranno a terra (basti pensare che il prezzo pagato dalle industrie alimentari e dalla grande distribuzione – sei centesimi al chilo – non copre neanche i costi della manodopera per la raccolta).

Ci si sposta poi nei boschi dell’Aspromonte dove un gruppo di insegnanti e studenti riuniti nell’associazione Aspromonte Liberamente (sempre della rete di Equo Sud) ha restaurato un ostello di montagna, abbandonato da anni, e lo ha trasformato in uno spazio di educazione ambientale, per il ripristino di sentieri, per l’eliminazione dei rifiuti, per la ricerca e la valorizzazione delle fonti acquifere.

Scendendo dalla montagna, arrivando a mare il vento dello stretto si infila nelle stradine di Gallico, periferia nord di Reggio Calabria.
L’idea di creare una rete di piccoli produttori legati all’economia solidale è nata in questo quartiere, in una cooperativa tessile composta soprattutto da donne.

Un vento nuovo soffia sullo stretto.
Rispetto e amore per la propria terra e suoi frutti, dignità del lavoro, solidarietà: sono i semi che esperienze come questa regalano alle generazioni future.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...